Il continuo lavoro di prototipazione, svolto all’interno delle attività di Ricerca e Sviluppo che l’azienda ha svolto per la realizzazione di innovative soluzioni nel mondo dell’economia circolare, ha portato l’azienda a sviluppare un know specifico su diverse tecnologie per il rapid prototyping che abbiamo deciso di mettere a disposizione anche dei nostri clienti.

L’esperienza sullo sviluppo software ed elettronico si è andata consolidando negli anni ma contemporaneamente è stata affiancata da nuove necessità, più meccaniche, che hanno spinto la aTon a dotarsi di:

  • Stampanti 3D
  • Macchine a Controllo Numerico Computerizzato
  • Frese
  • Torni

Con questi nuovi strumenti la aTon è ora in grado di approcciarsi in modo olistico al mondo della prototipazione, fornendo servizi non solo di programmazione e di sviluppo elettronico dei prototipi, ma anche delle lavorazioni meccaniche che il più delle volte accompagnano i nostri clienti.

Oggi la aTon all’interno del suo Prototyping Lab è in grado di lavorare diversi materiali tra cui:

  • PVC
  • PMMA
  • ABS
  • PLA
  • Delrin
  • Alluminio

ed altri ne aggiungeremo in futuro

Abbiamo realizzato questa vetrina per mostrarvi i risultati raggiunti; speriamo che li troviate di vostro interesse e che decidiate di intraprendere con noi il vostro prossimo progetto.

Settore nautico – Sistema di chiusura per oblò

Per un nostro cliente del settore nautico abbiamo realizzato in delrin un nuovo sistema per la chiusura degli oblò per alcune imbarcazioni.

Consegnandoci il vecchio sistema abbiamo provveduto alla realizzazione del relativo CAD per poi farlo eseguire dalla CNC.

Di seguito abbiamo riportato alcune immagine del risultato ottenuto.

IMG_9273 IMG_9274 IMG_9271

Settore elettronico – Alloggiamento per sensori di misura

Per un progetto di Ricerca e Sviluppo ci è stata commissionata una “cameretta” per l’alloggiamento di alcuni sensori per la misura di CH4, CO2, ed altri gas.

Abbiamo realizzato un prototipo in delrin, materiale in grado di interferire al minimo con le sostanze da misurare, ed abbiamo equipaggiato la parte inferiore della “cameretta” con degli inserti termici per permettere il collegamento, con la parte superiore, attraverso delle semplici viti.

Di seguito abbiamo riportato alcune immagine del risultato ottenuto.

IMG_9278 IMG_9276 IMG_9275

Per favorire l’inserimento dei sensori abbiamo anche realizzato delle pinze personalizzate.

IMG_9281 IMG_9279 IMG_9282